Programma

Percorso cicloturistico EuroVelo5 nel tratto Appulo-Lucano. Economia, sviluppo e valorizzazione del patrimonio paesaggistico, culturale e ambientale

Giovedì 16 novembre 2017 – Gravina di Puglia (BA)

Ore 9.30 | Registrazione – Welcome Coffee

Ore 10.00 | Saluto del Sindaco di Gravina di Puglia

Alesio Valente

 

Ore 10.15 | Saluto dell’Assessore ai Trasporti della Regione Puglia

dott. Antonio Nunziante

 

Ore 10.30 | Saluto del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari

ing. Roberto Masciopinto

 

Ore 10.35 | Saluto del Presidente dell’Ordne degli Architetti della Provincia di Bari

arch. Grazio Vitantonio Frallonardo

 

Ore 10.40 | Il ruolo e le azioni della Regione Puglia per l’intermodalità tra sistemi di trasporto con particolare riferimento alla mobilità ciclistica e il percorso EuroVelo5

ing. Irene di Tria – Dirigente Sezione Mobilità Sostenibile e vigilanza del TPL – Regione Puglia

 

Ore 11.10 | Effetti del percorso EuroVelo5 sulla valorizzazione del patrimonio storico-naturalistico del territorio della Murgia

ing. Barbara Loconsole – Dirigente Sezione Tutela e Valorizzazione del paesaggio – Regione Puglia

 

Ore 11.40 | Standard Europeo di Certificazione: prima esperienza italiana per lo sviluppo di EuroVelo5

dott.ssa Giulia Cortesi (FIAB) – Coordinatrice di EuroVelo5 Italia

 

Ore 12.10 | Condividere lunghi percorsi in bicicletta. La testimonianza e lo sviluppo della bike economy dott.ssa Matilde Atorino – Ideatrice di Bikenbike – Piattaforma web per il cicloturismo

Ore 12.40 | I percorsi ciclabili e le norme tecniche di progettazione

ing. Nicola Berloco – Poltecnico di Bari

 

Ore 13.10 | Le reti interregionali come volano per lo sviluppo economico e culturale dei territori

dott.ssa Liliana Santoro – Dirigente Generale Dipartimento Infrastrutture e Mobilità Regione Basilicata

 

Ore 13.30 | Il percorso EuroVelo5 in Basilicata

ing. Donato Arcieri Dirigente Ufficio Trasporti – Regione Basilicata

 

Pausa – Light Lunch

 

Ore 15.00 | L’integrazione delle politiche di sviluppo del cicloturismo e la salvaguardia

del patrimonio paesaggistico e ambientale. Il ruolo del parco nazionale dell’Alta Murgia.

dott. ssa Luciana Zollo – Parco nazionale dell’Alta Murgia

 

Ore 15.30 | Tavola rotonda con i rappresentanti degli Enti Locali

“Lo sviluppo di EuroVelo5 in Puglia e Basilicata e il ruolo degli Enti Locali”

Modera: Gian Luigi Rotunno – Regione Puglia – Sezione Mobilità Sostenibile e Vigilanza del TPL

Introduce: Emanuele Venezia – Rilevatore ufficiale percorsi EuroVelo

Parteciperanno alla tavola rotonda

I Sindaci dei Comuni di

Monteleone di Puglia – Accadia – Sant’Agata di Puglia –

Candela – Rocchetta S. Antonio – Melfi – Rapolla – Venosa –

Palazzo S.Gervasio – Banzi – Genzano di Lucania –

Gravina in Puglia – Matera – Laterza – Castellaneta –

Palagianello – Palagiano – Massafra – Taranto –

Grottaglie – Oria – Francavilla Fontana – Mesagne –

Brindisi

I Presidenti delle Province di:

Città Metropolitana di Bari – Provincia di Brindisi –

Provincia di Foggia – Provincia di Taranto

Provincia di Matera – Provincia di Potenza

 

Evento accreditato CFP per Architetti e Ingegneri

 

TOUR GRAVINA IN PUGLIA DEL 17 NOVEMBRE 2017

 

  • CHIESA SANTA MARIA DEL SUFFRAGIO (detta del Purgatorio)

Fu costruita come cappella funeraria della famiglia Orsini tra il 1649 e il 1654, su commessa dei duchi Orsini di Gravina, genitori del Papa. Conserva la grande Pala d’altare della Madonna del Suffragio di Guarini.

 

  • FONTANA PUBBLICA LE QUATTRO FONTANE

Il monumento fu costruito nel 1778 per portare in città l’acqua dalla sorgente di Pozzo Pateo.

 

  • BASILICA CATTEDRALE SANTA MARIA ASSUNTA

Costruita dai Normanni alla fine dell’XI sec., viene ricostruita alla fine del XV sec., probabilmente dopo una distruzione causata da un terremoto. Suddivisa in tre navate, con soffitto ligneo decorato, è ricca di opere di scuola napoletana, altari marmorei, un Coro in noce e una Pala in pietra del XVI sec. Nel piazzale antistante è situata la statua del Papa Benedetto XIII, nato a Gravina e Pontefice dal 1724 al 1730.

 

  • CHIESA RUPESTRE SAN MICHELE DELLE GROTTE

Collocata nel rione Fondovito (tra i due più antichi della città), è interamente scavata nel tufo, a pianta quadrangolare e suddivisa in cinque navate. Si presume risalga al VIII-IX sec. (secondo l’Istituto Centrale per il catalogo e la Documentazione risalirebbe al V sec.). L’8 maggio di ogni anno, vi si celebra la festa di San Michele delle Grotte, in occasione della quale l’intero rione è addobbato con i “balloni”.

 

  • CRIPTA SAN VITO VECCHIO

Per una migliore conservazione è stata fedelmente ricostruita all’interno della Fondazione. E. Pomarici Santomasi dopo essere stata esposta alla mostra internazionale di Bruxelles nel 1958. Il meraviglioso ciclo di affreschi bizantineggianti è dominato, al centro, da un maestoso Cristo pantocratore.

 

  • CHIESA RUPESTRE SAN BASILIO

E’ ubicata nel rione Piaggio, il più antico della città insieme a Fondovito, e si presume risalga al X sec. Circa. E’ suddivisa in quattro navate da pilastri e da colonne irregolari e presenta l’abside originale collocato lateralmente all’ingresso.

 

  • CHIESA RUPESTRE SANTA MARIA DEGLI ANGELI (delle Tombe)

Situata a ridosso del ponte viadotto, di fronte al bastione Medievale, risale all’inizio dell’XI sec. Circa. E’ suddivisa in tre navate e nell’abside centrale conserva alcuni residui di affreschi ed un’ara utilizzata per la distribuzione dell’Eucarestia.

 

  • PONTE VIADOTTO ACQUEDOTTO

Ponte a doppia arcata, completato nel 1778, nacque come viadotto per raggiungere il santuario della Madonna della Stella e come acquedotto per approvvigionare la città. Divenuto simbolo di Gravina, collega le due sponde del burrone.